Per onorare la memoria del prof. Giovanni Renga, la Società Italiana di Pedagogia Medica (SIPeM) bandisce un concorso per l’assegnazione di un premio di ricerca di € 3.000 (tremila) per l’effettuazione di una ricerca della durata massima di due anni nell’ambito della pedagogia medica, con riferimento alla formazione inter-professionale. Possono partecipare i laureati in medicina, di tutte le professioni sanitarie, dell’educazione, della formazione e delle scienze umane. Per partecipare, gli interessati dovranno far pervenire la domanda di partecipazione in carta libera, entro e non oltre il 15 settembre 2018, mediante raccomandata indirizzata alla segreteria della SIPeM: Via Tosca, 8 – 37131 VERONA, unitamente al progetto di ricerca che propongono.

Nella domanda i concorrenti dovranno dichiarare, sotto la propria responsabilità:

  • le proprie generalità;
  • la data e il luogo di nascita;
  • il recapito telefonico ed e-mail;
  • il titolo di laurea conseguito;
  • di non avere precedenti penali, né carichi pendenti;
  • di non avere parenti di primo grado con nessuno dei membri della Commissione giudicante.

Al fine della stesura della graduatoria di merito il/la candidato/a dovrà allegare alla domanda e al progetto di ricerca il proprio curriculum vitae e scientifico. Saranno titoli preferenziali, a i fini della valutazione, i seguenti criteri:

  • un’età del proponente inferiore a 35 anni all’età di scadenza del bando;
  • aver svolto attività di ricerca nel settore della formazione interprofessionale;
  • aver svolto una tesi di laurea o laurea magistrale o master o dottorato attinente al rationale del bando.

La Commissione giudicatrice del Concorso è composta dal Presidente della SIPeM e da tre membri che saranno nominati dal Consiglio Direttivo, scelti fra persone che abbiano competenza nel
campo del tema indicato dal bando e resi pubblici in tempo utile a consentire ai concorrenti di dichiarare la non familiarità.

Il premio di ricerca è indivisibile e sarà assegnato alla persona che avrà raggiunto il maggior punteggio complessivo secondo i criteri che saranno determinati a propria discrezione dalla stessa
Commissione Giudicatrice, secondo i seguenti parametri:

  • CV del candidato
  • il grado di inerenza dell’argomento proposto alla formazione inter-professionale
  • un solido impianto teorico della ricerca
  • l’adozione di un metodo standard, qualitativo o quantitativo
  • la verosimile fattibilità del progetto.

Il progetto deve avere la lunghezza massima di 1.000 parole ed essere articolato nelle seguenti sezioni: premessa e razionale, scopo, materiali e metodi, risultati attesi, possibilità di
trasferimento nelle prassi formative. 
L’importo del premio di ricerca previsto dal presente Bando sarà corrisposto in due rate di uguale importo, la prima all’inizio della ricerca, la seconda alla sua conclusione nel corso di una apposito evento, nel quale il/la candidato/a esporrà i risultati raggiunti.

II vincitore sarà informato dell’attribuzione del Premio mediante lettera raccomandata e dovrà dichiarare per iscritto di accettare il premio stesso. Nel caso di non accettazione il premio verrà
attribuito al secondo classificato. 
La partecipazione al concorso implica la piena accettazione delle norme del presente Bando di Concorso.

La proclamazione del vincitore avverrà durante il 19° Congresso Nazionale, a Napoli, nei giorni 8-9 novembre 2018. Il vincitore si assume l’obbligo di fornire alla commissione aggiudicatrice entro il 31 maggio 2019 un progress report, e di scrivere alla conclusione della ricerca i risultati in un lavoro scientifico che
verrà pubblicato sulla rivista “Tutor”, organo ufficiale della SIPeM.

Il Presidente

Fabrizio Consorti